Presentato oggi in Municipio a Trieste “Mare Nordest” 2016, l’evento dedicato al mare la cui quinta edizione verterà su Scienza, Tecnologia e Sport. La manifestazione, che intende proporsi come punto di riferimento delle attività per il mare, sul mare e del mare dell’intero Nordest, si terrà dal 13 al 15 maggio 2016 presso la Stazione Marittima di Trieste con ingresso libero. Saranno tre giorni di eventi e incontri che coinvolgeranno le principali figure professionali che ruotano attorno al mondo del mare. Anche quest’anno verranno proposti il Trofeo internazionale di fotografia subacquea “Città di Trieste” – V Memorial Genzo, esibizioni di moto d’acqua, pulizia di fondali, dimostrazioni di salvataggio in mare e, per la prima volta a Trieste, una gara internazionale di SUP (Stand Up Paddling), il “Primo Trofeo Città di Trieste – Mare Nordest” valido per la Coppa Italia Fisurf Long Distance 14 Km. Particolare attenzione sarà riservata al mondo della scuola, con la presenza di studenti dei Licei sia di lingua d’insegnamento italiana che slovena di Trieste e italiana di Capodistria e alla disabilità, con un progetto dedicato alla formazione degli istruttori per l’accompagnamento in mare di soggetti con difficoltà motorie e la consegna dei primi brevetti a quattro istruttori della nostra provincia. Tra gli ospiti, tre figure di spicco nel mondo dell’apnea agonistica: la pluriprimatista mondiale Patrizia Maiorca, il ct della Nazionale di Apnea, Monica Barbero e il Vicecampione italiano Massimiliano Vidoni.

11 maggio 2016 Conferenza stampa di presentazione di Mare Nordest 2016

Scienza, Tecnologia e Sport saranno i tre temi di Mare Nordest 2016, la manifestazione a ingresso libero incentrata su tutto quanto ruota attorno al mondo del mare in programma alla Stazione Marittima e sulle Rive di Trieste dal 13 al 15 maggio che nel 2016 compie 5 anni. Presentato oggi in Municipio a Trieste – presenti l’Assessore Comunale allo Sviluppo Attività Economiche e Sport, Edi Kraus, il Presidente dell’Associazione Trieste Sommersa Diving, Roberto Bolelli e il Segretario, Edoardo Nattelli e i rappresentanti di Enti, Associazioni e Attività che patrocinano, collaborano e sostengono la manifestazione e gli sponsor – l’evento dedicato al mare e al mondo che lo circonda proporrà tre giorni intensissimi di eventi e incontri a ingresso libero che coinvolgeranno le principali figure professionali che ruotano attorno all’elemento blu in vari ambiti (trasporti, cantieristica, subacquea professionale e ricreativa, ricerca scientifica, ambiente, sport acquatici, turismo e promozione del territorio). Promossa da Trieste Sommersa Diving, associazione senza fini di lucro, in co-organizzazione con il Comune di Trieste, la manifestazione intende proporsi sempre più fortemente come punto di riferimento delle attività per il mare sul mare e del mare dell’intero Nordest.

Introducendo la presentazione, l’Assessore Comunale allo Sviluppo Attività Economiche e Sport, Edi Kraus, ha rimarcato la validità di iniziative come questa, in grado di attrarre pubblico e turisti da fuori città e, grazie agli eventi internazionali ospitati, anche dall’estero e ha sottolineato le opportunità di crescita professionale legati al rilancio della grande tradizione marinara di Trieste, affinché sia sempre più protagonista sul mare.

Confermata la collaborazione con l’AMP di Miramare, che quest’anno celebra il Trentennale che verrà celebrato con un intervento dal Direttore Maurizio Spoto, tra le principali novità di quest’anno, si segnala la collaborazione con OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale) di Trieste e con l’Università degli Studi di Trieste, presente con un gruppo di ricercatori del DMG – Dipartimento di Matematica e Geoscienze.

OGS in occasione dell’evento, effettuerà, con il coinvolgimento degli studenti triestini, un monitoraggio delle acque del Golfo i cui risultati saranno resi noti all’interno della rassegna.

In ossequio alla particolare attenzione che Mare Nordest riserverà alle scuole, alcuni gruppi di studenti verranno aggregati infatti all’equipaggio dell’OGS e saliranno a bordo della nave d’Ancona, messa a disposizione dall’Istituto Nautico.

Nei tre giorni di attività, l’OGS sarà coinvolto anche con la presenza di numerosi ricercatori in veste di relatori.

“Crediamo fortemente – hanno affermato Roberto Bolleli ed Edoardo Nattelli, rispettivamente Presidente e Segretario dell’Associazione Trieste Sommersa Diving, co-organizzatrice dell’evento assieme al Comune di Trieste – nel ruolo formativo di questo evento, che si propone di coltivare e avvicinare alla cultura del mare i giovani, futuro della subacquea e di tutte le altre attività che ruotano attorno all’elemento blu. Per questo abbiamo ritenuto di coinvolgere ancora maggiormente le scuole: l’anno passato furono 500 i ragazzi presenti, quest’anno contiamo di portare alla Marittima 1.000/1.500 studenti”.

“I mari e gli oceani hanno un enorme potenziale per l’innovazione e la crescita, ma dobbiamo ricordarci che questa preziosa risorsa va salvaguardata e protetta in un’ottica di crescita sostenibile – ha precisato Maria Cristina Pedicchio, presidente di OGS. “Mare e crescita blu sono priorità per OGS, come indicato anche dall’Unione europea. È quindi importante far avvicinare giovani alla scienza e alla ricerca in questo settore, facendo conoscere il mare per insegnare a valorizzarlo, salvaguardando il territorio” ha concluso Pedicchio.

Licei scientifici italiani e sloveni della provincia di Trieste e sloveni di Capodistria nell’ottica di una sempre più stretta collaborazione transfrontaliera tra i paesi contermini che si affacciano sul mare, testimoniata anche dalla presenza della Croce Rossa Croata i cui volontari terranno una dimostrazione assieme a quelli della Croce Rossa Italiana. All’interno degli incontri e dei seminari mattutini rivolti alle scuole, in accordo con gli istituti verranno sviluppati dei percorsi multimediali in grado di stimolare i ragazzi anche attraverso momenti dinamici tra i quali un 3D virtual tour sugli studi morfologici con metodi ad alta risoluzione.

Oltre a presentare vari interventi di carattere scientifico, l’Ateneo triestino sarà presente con uno stand interattivo proposto dal Dipartimento di Matematica e Geoscienze in cui – spiega Stefano Cirilli, responsabile dei Laboratori di Oceanografia e Meteorologia – saranno ospitate e operative strumentazioni professionali per il monitoraggio meteomarino come una stazione costiera meteorologica e mareografica in funzione, un ROV di classe mini exploration costruito e programmato nel Laboratorio di Oceanografia del DMG, alcune benne per campionare il fondale marino, una camera bentica per l’analisi dell’acqua, un carotiere, una boa oceanica per il monitoraggio degli tsunami, il Side Scan Sonar, strumento che permette una mappatura quasi fotografica del fondale marino, vari video, presentazioni multimediali e altro ancora. I visitatori potranno interagire e apprendere il funzionamento delle varie strumentazioni con l’aiuto del personale del DMG e di alcuni studenti volontari dell’Università.
Oltre ai seminari di carattere scientifico e informativo, anche quest’anno verrà riproposta la mostra delle opere che hanno partecipato al Trofeo internazionale di fotografia subacquea “Città di Trieste”, il Photo Contest dedicato al Mare Mediterraneo e alla città di Trieste organizzato da Trieste Sommersa Diving con il patrocinio del Comune di Trieste e del Museo Civico di Storia Naturale di Trieste e ideato e coordinato dal fotografo subacqueo Emanuele Vitale (Campione Italiano di Fotografia Subacquea 2011 nella categoria Compatte). Lo scopo dell’iniziativa è quello di aprire una finestra sul mondo che si trova appena sotto la superficie del nostro mare e far conoscere a tutti le splendide creature che lo popolano, per aumentarne il rispetto, la salvaguardia e la conoscenza.
Particolarmente prestigiosa la Giuria, composta da professionisti di fama internazionale: il triestino Gianni Pecchiar (Presidente di giuria ai Campionati Italiani 2014) Michele Davino, (Vicecampione mondiale 2013), Adriano Morettin (finalista al Wildlife Photographer of the Year” 2014 e autore della foto simbolo del Concorso), Danijel Frka (Medaglia di bronzo sul CMAS Mondiale UW Foto Championship 2011) e Arne Hodalic (photo editor dell’edizione slovena del National Geographic Magazine).
Da ammirare anche l’esposizione a cura dell’Associazione Marinara Aldebaran di 14 modellini di imbarcazioni, gioielli della cantieristica triestina, tra i quali una riproduzione del batiscafo Trieste realizzata per l’occasione.
Non mancherà una nutrita sezione sportiva, comprendente esibizioni con moto d’acqua jet sky e, per la prima volta a Mare Nordest e a Trieste, una gara internazionale di SUP (Stand Up Paddling), disciplina in forte ascesa che dal 2020 potrebbe entrare a far parte delle discipline Olimpiche come sport dimostrativo, il “Primo Trofeo Città di Trieste – Mare Nordest”, valido per la 3^ Tappa della Coppa Italia Fisurf Long Distance 14 Km. e come classifica del circuito Alpe Adria Sup Race Tour per la quale sono attesi più di 100 atleti anche da Austria e Slovenia.
Tra i relatori, tre figure di spicco nel mondo dell’apnea agonistica: la pluriprimatista mondiale Patrizia Maiorca, già madrina della passata edizione, il ct della Nazionale di Apnea, Monica Barbero e il Vicecampione italiano Massimiliano Vidoni.
Si prevede una grandissima partecipazione infine alla tradizionale pulizia di fondali in programma nella mattinata di domenica nell’area del Bacino San Giorgio, con la presenza complessiva di 200 volontari di varie associazioni attive sul territorio appartenenti al mondo ambientalista e non solo e 40 subacquei in mare provenienti anche dal resto della regione e dal Veneto. Nel 2014 le operazioni di pulizia del Canal Grande portarono al recupero di 2 tonnellate di rifiuti.
Le operazioni di recupero e pulizia dei fondali si avvarranno della collaborazione tecnica di Moretto e AcegasApsAmga. Quest’ultima presenterà a Mare Nordest lo stato di avanzamento dei lavori del cantiere del nuovo depuratore di Servola, che darà un contributo decisivo alla qualità delle acque e all’ecosistema del mare di Trieste.
Sempre molto attese, si terranno anche alcune dimostrazioni di salvataggio in mare, svolte pure con l’ausilio di unità cinofile.
Particolare attenzione sarà rivolta infine alla disabilità con un progetto (in collaborazione con ASBI Albatros Scuba Blind International Progetto Paolo Pinto) dedicato alla formazione di istruttori e guide subacquee per l’accompagnamento in mare di soggetti non vedenti o con difficoltà motorie al termie del quale la certificazione internazionale SNSI/A.S.B.I/disable verrà conferita a quattro neo Istruttori della nostra provincia.

Tra gli obiettivi dell’evento, centrale risulta da sempre quello di evidenziare le capacità tecnologiche raggiunte dalle industrie presenti sul territorio e le possibili ricadute occupazionali che tali processi generano, rimarcando le tradizioni che hanno sempre contraddistinto nel mondo per valori lavorativi progettuali la città.

Tra di esse, spicca l’intervento di venerdì 13 maggio alle ore 17.20 del Contrammiraglio Francesco Chionna, già Comandante del Comsubin (Comando subacquei e incursori) sui “Relitti intelligenti”. Opportunità socio economiche per l’Italia derivanti dagli affondamenti volontari di vecchie navi (Scuttling) e in particolare sulle possibilità offerte alla nostra Città di ospitare un parco tematico sottomarino (il progetto del Parco Navale di Trieste) che fungerebbe da interessante richiamo per il turismo subacqueo con relative positive ricadute economiche per tutto il territorio. Si parlerà inoltre del nuovo depuratore di Servola in fase di realizzazione da parte di AcegasAps Amga, che oltre a migliorare ulteriormente la qualità del mare triestino, introdurrà un nuovo concetto di governo dell’impatto ambientale.

Numerosi e prestigiosi i relatori che si alterneranno all’interno dei seminari, che prevedono interventi di Operatori Tecnici Subacquei, oltre che sugli aspetti sportivi, sul trasporto marittimo di merci, il turismo da crociera e la cantieristica.

Nuovissima anche l’istituzione del Premio Giovanni Trinca, che affianca Scuola e Sport, riservato per il 2016 a uno studente meritevole dell’Istituto Volta e che il prossimo anno andrà a un allievo dell’Istituto Nautico.

Entrando nel dettaglio del programma, l’inaugurazione ufficiale, alla presenza delle Autorità, avrà luogo venerdì 13 maggio 2016 alle ore 9.30. Tutti gli eventi sono a ingresso libero. Alle ore 10.00 il Vicepreside Bruno Zvech presenterà l’Istituto Nautico e l’Accademia Nautica dell’Adriatico. Alle ore 10.30 Massimo Vienna del Gruppo Hera interverrà sul tema “Il Depuratore che parla con il mare”, descrivendo le caratteristiche del nuovo depuratore di Trieste, attualmente in fase di realizzazione in località Servola, che oltre a migliorare ulteriormente la qualità del mare triestino, introduce un nuovo concetto di governo dell’impatto ambientale. Alle ore 11.15 Paola Del Negro (OGS) interverrà sulla “Storia di un’eccellenza triestina. Studi sul mare dal batiscafo Trieste al sistema osservativo permanente”. Alle 11.45 si parlerà di “Antropizzazione e inquinamento dell’ambiente marino. I piccoli crostacei ci salveranno? Gli Ostracodi come strumento di biomonitoraggio” con Gianguido Salvi (UniTs-DMG) e alle 12.15 di “Pesci e pescatori del Golfo di Trieste. I pesci del Golfo di Trieste tra ecologia e tradizioni” con Diego Borme (OGS). Alle ore 15.00 Renzo Mosetti (OGS e UniTs-DMG) illustrerà ai presenti le “Caratteristiche oceanografiche del Golfo di Trieste. Variabilità e climatologia”, mentre alle 16 Stefano Furlani (UniTs-DMG) illustrerà i risultati delle campagne 2012-2015 di Geoswim in Istria, Egadi, Sardegna, Ustica, Gaeta e Malta (23.000 km a nuoto lungo le coste rocciose del Mediterraneo”. Seguirà alle 16.40 un intervento di Rita Auriemma (UniSalento) dal titolo “Nel mare dell’intimità. Storie di uomini, navi e traffici sulle rotte antiche dell’Adriatico”. Alle 17.20 si parlerà di affondamenti controllati “Scuttling” con lil Contrammiraglio Francesco Chionna, Aldo Verbanac e Niven Iveša che relazioneranno sul tema “Relitti intelligenti. Opportunità socio economiche per l’Italia”. A chiudere alle 18.00 Mauro Pisani e Salvatore Losacco ripercorreranno la storia trentennale del Murena Diving Sporting Club “30 anni nel blu – Celebrazioni per l’anniversario”.

Sabato 14 maggio i lavori verranno aperti dalla presentazione a cura di Nicolò Carnimeo dei progetti avviati con i Licei Scientifici e dall’assegnazione del Premio Giovanni Trinca edizione 2016 dedicato a “Scuola e Sport”. Alle 9.15 Franco Coren (OGS) ripercorrerà la “Storia di un’eccellenza triestina. OGS Explora, dal 1989 la nave di ricerca italiana”. Alle 10.10 via a un 3D virtual tour con Stefano Cirilli (UniTs-DMG) che parlerà del Dosso di Santa Croce e degli Studi morfologici con metodi ad alta risoluzione. Alle 10.55 Guido Gay analizzerà il Ritrovamento della Corazzata Roma con il ROV Pluto Palla e alle 11.40 Rocco Auriemma (OGS) relazionerà sulle Variazioni della biodiversità del Dosso di Santa Croce. Alle 12.25 la Storia del batiscafo Trieste verrà ricordata da Paolo Valenti e Marco Zelaschi (Associazione Marinara Aldebaran). Dalle13.00 nel vicino Bacino San Giusto si terranno le dimostrazioni acrobatiche con moto d’acqua e jet-sky, dalle 14.00 quelle di salvataggio a mare con cani della SICS – Squadra Italiana Cani Salvataggio – Scuola Italiana Cani Salvataggio e alle 15.00 seguiranno quelle di SUP (Stand Up Puddling). Alle14.45 Paolo Flegar e Nereo Castelli presenteranno il libro di “D. Tripcovich & C. Storia e operazioni dei rimorchiatori del dipartimento salvataggio”. Alle 15.30 Duilio Cobol (CNSAS-FVG) illustrerà le tecniche di intervento del Soccorso Speleologico Subacqueo. Alle 16.30 si parlerà di apnea con tre ospiti d’eccezione: Patrizia Maiorca, Monica Barbero e Massimiliano Vidoni. Alle 17.15 Michele Davino e Andrea Zuccari presenteranno il libro “Fotografare in Apnea e Snorkeling”. Alle 17.45 alla presenza di Manrico Volpi e Angela Costantino (ASBI) avverrà la consegna dei certificati e la proiezione del video del corso di formazione per istruttori e guide per disabili organizzato da Mare Nordest in collaborazione con ASBI e alle 18:30 seguiranno le premiazioni dell’International Underwater Photo Contest “Città di Trieste e del V Memorial M.Genzo coordinato da Emanuele Vitale.

Domenica 15 maggio alle 9.15 il Presidente Federico Pastor parlerà di “Società Ginnastica Triestina: quale futuro?”. Alle 9.30 Guido Capraro riferirà dell’eserienza “SebastianoVeniero: una storia di amici tra Nord e Sud”. Alle 10.00 nel Bacino San Giusto prenderà il via Pulizia dei Fondali che si concluderà alle 12. Alle 11.15 verranno resi noti i risultati della campagna di monitoraggio nel Golfo di Trieste con intervento di Nicolò Carnimeo (OGS/Istituto Nautico/Alunni Licei Scientifici). Alle 12.00 Isabelle Mainetti interverrà su “Oltre la subacquea tecnica”. Alle 13.30 prenderà il via l’attesa Gara di S.U.P. da Piazza Unità d’Italia a Miramare e ritorno. Seguiranno alle 14.00 dimostrazioni di salvataggio con la Croce Rossa Italiana e la Croce Rossa Croata. Alle 15.00 verranno diffusi i risultati della pulizia dei fondali e seguiranno le premiazioni dei volontari. Alle 15.45 il Direttore Maurizio Spoto (AMPM) in occasione dei trent’anni di attività parlerà dell’”Area Marina Protetta di Miramare. Un gioiello da preservare”. Alle 16.30 avranno luogo le premiazioni delle Gare di S.U.P. a cura di Giorgio Magi. Alle 17.15 è fissata infine la chiusura dei lavori con i saluti finali.

Sostenitori
Programma

Condividi